Scheletri, a ognuno il suo

Scheletri era nella lista di Babbo Natale ed è il primo libro letto nel 2021. Non sono mai stata amante del genere e da piccola non sono mai andata oltre a Braccio di Ferro, comprato nell’edicola del paese la domenica… Continue Reading

Ventimiglia, due anni dopo

Ventimiglia, due anni dopo. Così tanto è passato dall’ultima volta al confine. Duecentosette chilometri da casa. Guidando, tra una galleria pericolante, un cambio di carreggiata e una fila interminabile di camion, calcolo che Zoagli è più vicino a Milano, Pisa,… Continue Reading

La città dei vivi

Tra i regali, pochi, del periodo di isolamento domiciliare, c’è stato il tempo. Tanto. Un tempo strano, volubile come la primavera. Un tempo che sapeva essere lento, che scivolava via lasciando una sensazione di vuoto e di immobilità, ma che… Continue Reading